biografia 

 

Nel 2002, a pochi mesi dalla fondazione della definitiva line-up, la band esordisce con Senza Censure, EP in grado di stupire la critica per l’originalità e la capacità di miscelare stili diversi come il grunge, il rock italiano e il progressive.

Un anno dopo i Guernica sono di nuovo in studio, questa volta in versione acustica, per dar vita a Senza Sudare, un lavoro dalle sonorità completamente diverse dal precedente, ma che riscuote comunque ampi consensi. Liriche, arrangiamenti e art work entusiasmano la critica italiana ed estera.

La parentesi acustica apre il passo alla sperimentazione teatrale: i Guernica musicano e mettono in scena “Scatole” (monologo sulla condizione esistenziale dell’uomo moderno), un testo originale di Giuseppe Pavarese, autore irpino ed unico attore in scena. In seguito con lo stesso Pavarese bissano l’esperienza portando in scena “Il dissacrario”, uno spettacolo dai toni più ironici e pungenti.

Siamo al 2005 ed ecco il terzo lavoro, Guernica, che rappresenta per i musicisti campani la sintesi di un percorso iniziato appena tre anni prima. Definito “…un disco da incorniciare, (…): metterà d’accordo metallari, seguaci del jazz, del progressive, del pop all’italiana ed i più allucinati reduci degli anni ’70. Ogni traccia è un microcosmo di sensazioni, e come tale, ha un proprio carattere ed una propria identità…” (Musicalnews.com, 15/04/2009), Guernica ottiene unanimi consensi e riconoscimenti.

Nel 2006 il brano Mai rimane nella top ten di Radio Match 5, emittente radiofonica lombarda per circa un anno, grazie alle preferenze espresse dagli ascoltatori. 

Nel 2007 i Guernica girano il loro primo videoclip: Les Yeux, (Guernica 2005), interamente realizzato con un telefonino da Antonio Pace.

Nel dicembre del 2008 Guernica ottiene il primo premio al concorso indetto dalla Nott Records di Bologna, etichetta con la quale il gruppo firma due contratti rivolti alla promozione e distribuzione digitale del disco in tutto il mondo.

Nel maggio del 2009 il gruppo si esibisce in versione acustica con artisti del calibro di Avion Travel e Teresa De Sio, sul prestigioso palco del Teatro Gesualdo di Avellino.

Nello stesso anno i brani Picasso e Adrenocromo, entrambi appartenenti all’ultimo lavoro, vengono selezionati e mandati in onda su Radio Rai, durante la trasmissione Demo, condotta da Michael Pergolani e Renato Marengo e, grazie alle preferenze degli ascoltatori, il primo dei due ottiene il secondo posto sul sito di demo rai nell’ultima edizione del 2009.

Sempre nel 2009 i Guernica partecipano con la loro musica alla colonna sonora del film “L'amara vita” del regista pugliese Alessandro Zizzo.

Il gruppo ha da poco ultimato la pre-produzione di 22 nuovi brani, ed è pronto per l'uscita di un doppio album.

E’, inoltre, in fase di produzione un documentario interamente dedicato ai Guernica, realizzato dalla casa di produzione “Edonè film” con la regia di Maurizio Venturiero, tra l'altro autore dei videoclip “Respiro di noia”, “Venus”, “Di raffinata inconsistenza”, “Icaro”, “Eden”, Insostituibile” e “Agrado”.

Clicca sul titolo del brano per vedere il video.

Il frontman del gruppo, Tony D'Alessio, ha appena raggiunto l'ambizioso traguardo del secondo posto a X-Factor 7 con la formazione nocerina degli Ape Escape, creata poche settimane prima dei casting proprio in funzione della trasmissione, ottenendo larghi consensi sia da parte del pubblico che da parte dei giudici.

 

www.guernicaband.com
www.facebook.com/guernicaband